16 maggio: giorno radioso e splendido

Giorno radioso e splendido! Tale può definirsi la giornata storica di domenica 16 maggio 2004, quando S. Giovanni Paolo II in piazza S. Pietro canonizzò S. Annibale M. Di Francia, il santo della preghiera per le vocazioni, il padre degli orfani e dei poveri, elevandolo agli onori degli altari insieme col suo grande amico S. Luigi Orione. Sono passati 15 anni e da allora il culto e la devozione nei confronti di questo santo sociale si sono diffusi ulteriormente nel mondo intero ad opera anche dei suoi figli spirituali, i Rogazionisti, le Figlie del Divino Zelo e numerosi Laici rogazionisti. In questa giornata il ricordo di quella memorabile domenica diventa gratitudine al Signore e gloria ad un umile sacerdote del sud

che ha reso visibile dopo circa 19 secoli di nascondimento nel Vangelo, della compassione di Cristo che indica la preghiera per le vocazioni come divino comando che rende sanabili le nazioni e la Chiesa stessa. Le manifestazioni culminano come ogni anno a Messina, città natale di S. Annibale dove la festa liturgica viene celebrata nella giornata odierna con un triduo di preparazione e la processione col reliquiario.