"Annacarla" opera-segno di nuova carità

Domenica 4 ottobre alle ore 17,00 al Villaggio del Fanciullo S. Antonio a Matera, viene inaugrata un'opera-segno, come l'ha definita P. Alessandro Polizzi superiore uscente, della Casa di Accoglienza “ANNACARLA”, un progetto di carità elaborato e realizzato in condivisione tra i Rogazionisti del Villaggio del Fanciullo S. Antonio, la Caritas diocesana di Matera-Irsina e la Famiglia Nicoletti che ha curato e sostenuto economicamente i lavori di ristrutturazione. Per la realizzazione dell'opera, è stata destinata l’ala più antica del Villaggio.

La mission è l'accoglienza delle nuove odierne povertà: donne disagiate e maltrattate con figli, in estrema condizione di fragilità. La Casa di Accoglienza potrà ospitare al piano superiore, 12-15 persone in 4 camere. Al piano terra, sono ubicate la sala d’ingresso, il centro d’ascolto, la sala pranzo, la cucina e la lavanderia. E' stato anche realizzato un mini-appartamento di 50 metri quadri con camera, bagno e angolo cottura, destinato all’accoglienza di una famiglia in difficoltà. I locali saranno benedetti ed inaugirati da Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo Arcivescovo di Matera-Irsina,  con la presenza delle autorità Provinciali Rogazioniste, il nuovo Superiore del Villaggio, P. Angelo Sardone, gli amici dell'Istituto e la Famiglia Nicoletti.

Annacarla Nicoletti

Mt Annacarla 8

Mt Annacarla 4

Mt Annacarla 6

Mt Annacarla 7