Laboratorio solidale a Matera con Oltre l'arte

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 7 luglio al Villaggio del fanciullo S. Antonio in Matera nei locali concessi in comodato d’uso gratuito alla Cooperativa sociale Oltre l’arte, la cui presidente è la signorina Rosangela Maino, Lavr, è stato inaugurato il “Laboratorio di Artigianato Solidale” nel quale far crescere e valorizzare le “abilità diverse”. Il Villaggio che sin dal 1960 ha rappresentato un riferimento significativo per la formazione professionale di giovani artigiani dell’intero comprensorio lucano e della vicina Puglia, cammina in sinergia e collaborazione con detta cooperativa con una attenzione privilegiata per ragazzi e ragazze con sindrome down. Alla manifestazione hanno preso parte l'aricvescovo di Matera mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, il Superiore della Provincia S. Annibale ICS P. Sandro Perrone,

il superiore locale P. Angelo Sardone e Giuseppe Bruno, presidente del Consorzio La città essenziale. Ha coordinato il tutto il giornalista Filippo Olivieri. “E’ un appuntamento molto importante – ha dichiarato Rosangela Maino – perché apre nuovi spazi di creatività ad un luogo che già in passato ha rappresentato un riferimento per i giovani artigiani, quando fu fondato nel 1960 il Centro di Addestramento Professionale “Arti e Mestieri”. Oggi, grazie alla sinergia tra il Villaggio del Fanciullo e la Coop. Oltre l’Arte, il laboratorio di artigianato solidale sarà il luogo ideale per far crescere e valorizzare le “abilità diverse” di soggetti deboli”. Nell’occasione, con sorpresa per l’interessato, è stato sottoscritto il contratto di lavoro a tempo indeterminato tra Raffaele Calabrese, giovane con sindrome di down, e la coopoperativa Oltre l’Arte, che già si onora di avere nel suo organico alcuni giovani che, nonostante le difficoltà, hanno trovato in essa il luogo ideale per esprimere le proprie potenzialità, impegnandosi con dedizione, costanza e orgoglio di appartenenza. L’evento, pertanto, ha avuto un forte “valore sociale” che va ben oltre il semplice “taglio del nastro”, per dare un senso concreto all’anelito di “ripartenza” e di “normalità.

Laboratorio MT11

Laboratorio MT02

Laboratorio MT04

Laboratorio MT05

Laboratorio MT06

 

Laboratorio MT10