P. Pietro Cifuni se n'è andato in silenzio

P. Pietro Cifuni alle ore 15,00 di oggi, Lunedì dell'Angelo, a causa di un aggravarsi del suo stato di salute, all'età di 88 anni compiuti lo scorso mese di gennaio, ha concluso la sua esistenza terrena nella Casa Madre dei Rogazionisti a Messina. Le sue condizioni di salute si sono aggravate in questi ultimi giorni tanto da richiedere un ricovero in Ospedale che però non è stato fatto vista la grave attuale situazione. P. Pietro è uno di quegli uomini che hanno segnato la Storia Rogazionista in questi ultimi 40 anni, essendo stato per 12 anni economo generale della Congregazione dei Rogazionisti (1974-1986) e per altri 12 Superiore Generale (1986-1998) oltre che per vari altri compiti formativi. Era nato a Pisticci (Mt) il 2 gennaio 1932. Era entrato nella Scuola Apostolica di Oria (Br) il 1 gennaio 1944. Entrò in Noviziato il 29 settembre 1948 emettendo la professione semplice il 30 settembre 1949 e quella perpetua ad Assisi il 29 settembre 1954. Fu ordinato sacerdote ad Oria il 6 luglio 1957. Negli ultimi anni dimorava presso la Casa Madre a Messina prima col compito di economo e poi di collaboratore nella basilica-santuario. Uomo di profonda umanità ha caratterizzato da sempre il ministero sacerdotale e religioso nella attenzione e carità verso tutti, in particolare i poveri ed i giovani laici rogazionisti con i quali aveva stabilito un rapporto più che paterno. Le esequie saranno celebrate nella giornata di domani 14 aprile alle ore 15,30 nel santuario secondo la modalità prescritta in questo tempo di Covid, e cioè a porte chiuse. Siamo tutti uniti in preghiera di suffragio per ringraziare il Signore del dono di questo confratello ed accoglierlo nel suo regno dove non c'è più sofferenza e dolore e vicini ai suoi fratelli Rosetta e Francesco insieme con i tanti nipoti e pronipoti. Riposi in pace.